Fingevo un sorriso perché era più facile. Fingevo e nessuno si accorgeva che nell'anima erano incastonate paure, lacrime, dolore.
Ma ci vuole tanta forza per tirar fuori quel sorriso che non so per quanto tempo potrò continuare.
"Dici di amare la pioggia ma usi un ombrello quando piove.
Dici di amare il sole ma ti ripari all’ombra quando splende.
Dici di amare il vento ma quando passa chiudi la finestra.
Per questo ho paura quando dici di amarmi.”
— Bob Marley (via innamoratadiunpiccoloangelo)
"Ci si era attaccata con l’ostinazione con cui ci si attacca soltanto alle cose che fanno male.”
— Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi (via nonserveanientefingere)
"Quando gli adulti, con lo stupido sorriso di chi crede di saperla lunga, dicono: “I giovani si credono invincibili” non sanno quanto hanno ragione. La disperazione non fa per noi, perché niente può ferirci irreparabilmente. Ci crediamo invincibili perché lo siamo. Non possiamo nascere, e non possiamo morire. Come l’energia possiamo solo cambiare forma, dimensioni, manifestazioni. Gli adulti invecchiando, lo dimenticano. Hanno una gran paura di perdere, di fallire. Ma quella parte di noi che è più grande della somma delle nostre parti non ha un inizio e non ha una fine, e dunque non può fallire.”
— Cercando Alaska (via onedayiwillchangemyfaith)
"

- Perché mi guardi così? - chiese sorridendo imbarazzato.
- Mi piacciono i tuoi occhi.-
- Sono strani…-
- Sono particolari, amo le cose particolari, quelle che non piacciono a tutti.-
- Ma io piaccio a tutti.- sorrise compiaciuto.

- A tutti gli altri piaci per il tuo aspetto; a me piaceresti anche se fossi diverso, esteticamente parlando. Sono altre, le cose che mi piacciono di te.-

- Cioè? -

- Mi piacciono i tuoi occhi, così strani e leggermente di colori diversi; mi piace il modo in cui ti aggiusti i capelli; mi piace quando sei incazzato e la mascella ti si indurisce; mi piaci quando, l’attimo prima di sorridere, ti passi la lingua sopra le labbra; mi piaci quando sei perso tra i tuoi pensieri e ti mordi il labbro inferiore e corrughi la fronte; mi piaci quando senza accorgertene mi prendi per mano e quando prima di ogni bacio sorridi.
Quindi, no, non mi piaci come piaci agli altri. A me poco importa del tuo aspetto, sono altre le cose che contano.-

Rimase senza parole, non c’era niente che potesse dire per controbattere.
L’aveva stupito, come sempre.

— miamerestisenonfossimestessa. (via miamerestisenonfossimestessa)
"Voglio arrivare a settembre così cambiata, così magra, così stronza che tutti quanti si chiederanno se sono davvero io.”
— (via stelleamezzogiorno)
©